My Own Workout: novembre 2012

domenica 25 novembre 2012

Stra Borsalino, Alessandria 2 dicembre 2012

 
 
 
Segnalo la "Stra Borsalino", marcia non competitva di 4 km, che si terrà domenica prossima 2 dicembra ad Alessandria (qui sopra il volantino). Quindi se siete in zona e volete unirivi per un allenamento mattutino, siete i benvenuti.
 
Venendo all'allenamento svolto oggi, molto semplicemente:
 
Riscaldamento con esercizi su tutta la fascia addominale e lombare, 15 rip per 2 serie su ogni parte. A seguire, 6 km di corsa fartlek con 1' di scatto e 30'' di ripresa; Percorso chiuso in meno di 20'. Ottima spinta di gambe e fluidità nell'azione, nonostante ieri sera sia rientrato a casa alle 4! :D Unico piccolo disagio è stata la lieve sensazione di gonfiore alla pancia causata dai gnocchi mangiati a pranzo!
 
Successivamente, in piscina, ho nuotato a stile libero per 20' alternando una vasca piano a una veloce. Sono soddisfatto della spinta che riesco ad imprimere alla bracciata, di volta in volta la mia galleggiabilità e velocità aumentano senza che io imprima una forza particolare o che spinga più di tanto. Prima e dopo questa frazione ho eseguito alcune vasche a rana e dorso come preparazione e, in chiusura, due vasche a delfino.
 
Uscita doppia, secca, veloce e intensa. Ho messo in moto praticamente tutti i muscoli del corpo, come piace a me! MULTISPORT TRAINING! :D

domenica 18 novembre 2012

Staffetta sociale SAI Frecce Bianche Alessandria, Valmadonna 18/11/12

 


Stamattina a Valmadonna, AL, si è corsa la seconda edizione della staffetta sociale SAI Frecce Bianche. Dieci squadre composte da 4 atleti ciascuna si sono date "battaglia" su un bello ed intenso percorso di 2,8 km, da affrontare tosti e in spinta!
Ho tenuto un ritmo medio di 3:18/20 a km e ho davvero bruciato la mia frazione. Grazie all'intensità dei ritmi a cui mi sto abituando nelle sedute di spinning, ho notato che la spinta e il grip in salita correndo sono molto migliorati.
Soddisfatto della mia prestazione, anche considerato il fatto che principalmente, in questo periodo, sto svolgendo una preparazione "multisport" invernale da triathlon e non specifica per la corsa.

Prima piccola pecca, sebbene inevitabile a causa del sorteggio, è stato il "disequilibrio" di preparazione degli atleti distribuiti nelle varie squadre. E quindi si potevano trovare gruppi "imbattibili" con 4 atleti da 3:30/3:40 e altre con 3 "tapascioni" (detto in modo scherzoso, non me ne vogliate! :)) e 1 atleta da 3:20 a km. Ma poco importa, dal momento che la giornata era stata pensata appunto per stare insieme e divertirsi. E così è stato.

Seconda pecca, e qui piuttosto importante, il pranzo sociale con un menu non propriamente preparato alle esigenze di un atleta vegetariano, come il sottoscritto; nonostante la garanzia degli organizzatori a farmi trovare un menu vegetariano pronto, previo preavviso con due settimane abbondanti d'anticipo, quello che ho trovato, sebbene abbia pagato come tutti la mia quota di 15€, è stato solamente un surrogato di pranzo vegetariano.
Antipasto con scodellino di salsa tonnata + frittatino (mangiato il secondo), penne con sugo e "ciccioli" di pancetta (abilmente slalomata tra la pasta e lasciata nel piatto).. secondo improvvisato sul momento con richiesta in loco al cameriere composto da fettona di gorgonzola, 6 fette di zucchine, 4 fette di peperoni (che avrebbero voluto simulare una peperonata) e relativo commento del buon Fabio Venturelli: "Un piatto così ero capace a farmelo anch'io!". :D
Me l'aspettavo, ero preparato a tutto questo e, nonostante passino gli anni, di volta in volta, partecipando a questo tipo di pranzi o cene che dir si voglia, non vengo mai smentito. Nonostante in Italia e nel mondo, i vegetariani siano sensibilmente in crescita, l'indifferenza verso esigenze diverse, l'impreparazione e l'ottusità che si ritrovano in certi piccoli ambienti di nicchia, faticano a scemare.
Chiudo questa parentesi riportando una domanda epica rivoltami a pranzo:
Podista: "Sei vegetariano e riesci anche a correre?" Il Sottoscritto: "Si, e anche meglio di molti atleti carnivori presenti qua dentro. Forse non lo sai, ma anche un certo CARL LEWIS è vegano...". Podista: "Ah però! Non lo sapevo!". :D
Alla fine, una volta tornato a casa, cosa mi sono mangiato a merenda?? Ma un bel grillettone di insalata per recuperare dalla fatica! Ah ah ah

Bilancio della giornata comunque buono nonostante questi nei. Fa sempre piacere passare del tempo con amici e conoscenti che condividono con te la passione dello sport e la voglia di stare insieme, tra persone semplici e genuine, tipiche del nostro ambiente podistico alessandrino.
Ottime anche le segnalazioni delle svolte sul percorso, era impossibile perdersi! Il rigoglioso ristoro post gara e premi ad estrazione per tutti!

Appena le foto dell'evento saranno pronte, non tarderò a postarle, oppure se qualcuno ne è già in possesso, mi contatti via mail o anche qui sul blog!
A presto! :D



sabato 10 novembre 2012

Le arti marziali e il problema dell'autodifesa. IL CLASSICO VS IL COMBATTIMENTO DA STRADA

 
 
 
Riporto nel link qua sotto un interessante articolo, che condivido in molte delle sue parti, riguardante la contrapposizione tra il mondo delle arti marziali tradizionali e le reali situazioni di combattimento da strada. E' un interessante excursus di tutto ciò che sono le arti marziali classiche e la loro reale efficacia in situazioni estreme in cui si viene attaccati o aggrediti, senza regole, sferrando colpi violenti, dolorosissimi e spesso letali, senza riguardi: il combattimento da strada.
 
 
Possono quindi le arti marziali che si imparano in un'ambiente confortevole e tranquillo come una palestra o un dojo essere davvero efficaci in situazioni di aggressioni improvvise, violente, senza regole, presi da uno stato d'animo di shock e paura? Questi stati d'animo e circostanze avverse e disagevoli, sono difficilmente simulabili "a secco" in un normale allenamento ed esulano da schemi rigidi e inflessibili...
 
Trovo che questa lettura possa essere interessante in egual misura, sia al novizio che all'esaltato kick boxer picchiatore da palestra. Ecco il link:
 
 
Meditate gente, meditate.... ;)
 
 
 
 
 

domenica 4 novembre 2012

3 frazioni: sacco pesante da boxe - spinning - corsa



Ecco l'allenamento che ho fatto ieri mattina in palestra:

Riscaldamento di 10 minuti con circonduzioni delle braccia e slanci delle gambe. Ricerca di una condizione di scioltezza e rilassamento ottimale.

Una volta ben riscaldato ho cominciato la seduta vera e propria:
10 minuti di tecniche combinate al sacco pesante da boxe, quindi oltre a sequenze di pugni sferrati con velocità e potenza, ho unito anche calci ruotati, alti e ginocchiate nelle combinazioni.

10 minuti di pedalata in stile "crono" sulla bici da spinning, quindi sempre basso e allungato sul manubrio, ginocchia strette e pedalata potente fluida e rotonda. Durante la pedalata ho mantenuto uno stato di fluidità dell'azione costante, aiutandomi anche dalla respirazione profonda e regolare.

10 minuti di corsa su tappeto con un'inclinazione di 1,5. Ho mantenuto una velocità di 15 km orari aumentata a 16 negli ultimi tre minuti di corsa. In quest'ultima frazione non mi importava tanto la velocità da mantenere, quanto il ritorno rapido ad una condizione di elasticità dei muscoli delle gambe dopo la frazione di spinning.
Devo dire che, rispetto a quest'estate, il tempo di adattamento della coscia dopo la bici è nettamente diminuito. Piano piano il senso di gambe imballate dopo la pedalata viene sempre meno! Come sempre aiuta molto il fatto di rimanere in uno stato di rilassamento generale ottimale durante l'azione, così facendo non si sprecano energie in unutili rigidità causate da muscoli non direttamente coinvolti nell'azione.

Successivamente sono passato alla fase di potenziamento di addominali e lombari a corpo libero; 2 serie da 15 ripetizioni per parte, ad intensità piuttosto elevata, senza pause tra serie.
Infine per chiudere il tutto, stretching progressivo (si aumenta l'allungamento sulla posizione progressivamente), su tutto il corpo.

Allenamento di breve durata, ma molto allenante e di QUALITA'. Alla prossima!

venerdì 2 novembre 2012

Cercasi istruttori/ci di ballo per apertura nuova scuola di danza a Quargnento (AL)

La mia amica e insegnante di danza e yoga Emanuela Bellone, ricerca istruttori di fitness, ballo latino americano, arti marziali e non solo, per l'apertura di un nuovo centro Sportivo Culturale a Quargnento, Alessandria.
Chi fosse interessato la contatti al numero presente nel volantino, agli orari indicati! Proponetevi numerosi!! :D