My Own Workout: Calistenico

martedì 11 febbraio 2014

Calistenico


(Questo video mostra molti degli esercizi che io stesso eseguo nella mia palestra casalinga. Il proprio corpo è sufficiente per i migliori allenamenti che si possano mai sperimentare, ragione per cui considero le palestre a pagamento altamente superflue se non per fini più che specifici)
 
 
Rapido aggiornamento riguardante la seduta di qualche ora fa: Dopo aver corso 3600 m a intervalli, 40'' sprint - 40'' recupero (fartlek cortissimo) sono rientrato nella mia personale "sale macchine" e qui mi sono lanciato in due serie di impegnative trazioni alla sbarra. Questo tipo di stimolo a corpo libero, o calistenico, risulta parecchio duro da sopportare quando parte delle energie se ne sono già andate durante le fasi aerobiche... stasera, invece, concentrando bene l'attenzione sulla corretta forma di movimento e sul rilassamento, sono riuscito molto bene ad alzarmi in 2 serie da 4 ripetizioni l'una, appeso alla sbarra da trazioni.
Intendo dire movimento completo, ovvero quando si parte con braccia completamente distese e ci si alza, caricando tutto il peso del corpo sugli arti superiori, fino a portare la testa oltre la sbarra.
Dopo intense frazioni aerobiche, solitamente mi sono sempre sentito indebolito e senza forza a eseguire esercizi a corpo libero, motivo per cui preferisco farli prima e poi trasformare. Stasera invece mi sono reso conto che, nella condizione attuale, oltre che resistente sono anche forte! :) (uno dei tanti benefici che apporta l'allenamento multisport ovvero la completezza su più livelli)
 
A chiudere la seduta ho ancora aggiunto 2 frazioni da 4 minuti a intervalli di vogatore e salto con la corda. Durante il salto con la corda ho dovuto ammettere a me stesso di aver dato fondo a tutte le energie fisiche di giornata. Molto soddisfatto.
 
Ora prima di andare a letto, stretching di buon augurio! :D
 
 
 
(Foto di repertorio: non è facile mantenere una buona forma quando si eseguono esercizi a corpo libero su sbarra dopo l'allenamento aerobico, il rischio è quello di non avere abbastanza energie = forze per i sollevamenti impegnativi come quelli mostrati in foto. Nella foto di destra, datata circa 2009, commettevo ancora "l'errore" di incrociare le gambe nelle fasi di alzata. Questo andrebbe evitato in quanto crea un disallineamento della colonna vertebrale e cattiva postura. E' vero, tutto sperimentato: se le gambe rimangono distese, il sollevamento ne risulta agevolato)
 

 
 
 
 

Nessun commento: