My Own Workout: Bigiornaliero Indoor: cross training

domenica 23 marzo 2014

Bigiornaliero Indoor: cross training

(potenziate la vostra condizione generale e soprattutto il vostro motore in modo completo: Multisport Training! :)


Non avevo mai percorso un tratto di remoergometro superiore ai 25'... l'ho fatto stamattina, ispirato da un interesante articolo di Albanesi riguardante i benefici allenanti intercambiabili tra canottaggio e corsa letto ieri sera (qui il link http://www.albanesi.it/Corsa/corsa_indoor_rowing.htm).
Ho quindi remato "di fondo" a ritmo piuttosto uniforme e svelto, tra le 27 e le 28 battute al minuto per un minutaggio complessivo di 40'. Non mi ero mai spinto così avanti sul vogatore. In questo lasso di tempo sono riuscito a coprire la distanza di 16 km.
Sto preparando la mezza maratona col multisport training, volutamente senza allenamento specifico e questa è una sfida che mi appassiona! Combinare insieme diversi stimoli allenanti. Voglio vedere fin dove posso arrivare in gara, i limiti e le potenzialità.

Arrivare in fondo a 40' minuti di vogatore, mentalmente può risultare come trovarsi al 10° km di una mezza maratona... devi svuotare la mente, non pensare che sei al decimo km e ne hai ancora più di metà, oppure che hai già remato per 20' (da "fermo in movimento" sono già un'eternità)... l'unico obiettivo è svuotare la mente e andare avanti! Gli allenamenti sulle macchine isotoniche servono anche a questo, andare mentalmente oltre le fasi di noia date dai movimenti monotoni che si protraggono per lunghi minutaggi, sia che si stia remando o che si stiano correndo distanze come 21 km.
Sessioni come quella di stamattina, anche in indoor, simulano assai efficacemente quei momenti...

Oggi a pranzo non ho mangiato carboidrati, solo un secondo per lo più proteico e tra poco mi appresto alla seconda fase di allenamento aerobico di oggi: inferiore in termini di tempo a stamattina, mi dedicherò ad un 10' di salto con la corda in totale scioltezza + 10' di camminata su tappeto in forte salita...

A presto!

3 commenti:

Fausto di Bio Correndo ha detto...

E ora come ti senti con un doppio con scarso carico glucidico?

MB ha detto...

La carenza di zuccheri nel sangue l'ho sentita più che altro nel pomeriggio... senza carboidraiti, oltre che alla lucidità, ti mancano proprio le forze. La sensazione, su di me, è quella come di avere costantemente la sensazione di occhi appesantiti dal sonno, come appena sveglio, in breve carenza di energie. Ma per il secondo allenamento è proprio questa la condizione che si cerca per migliorare la potenza lipidica (così come apprendo da diversi trattati di preparazione atletica).
Adesso, mentre ti sto scrivendo, sono le 23:24 e mi sento piacevolmente cotto a puntino da intensa attività! eh eh
Il "bigiornaliero" è un buon metodo alternativo per caricare, bisogna però saperlo digerire mentalmente.. col multisport training riesci a variare la monotonia, ad esempio puoi correre al mattino 15 km di corsa e al pomeriggio una quarantina in bici, e l'esercizio risulta duro o molto duro.
Quando lo faccio solo con la corsa, tipo 12 mattino + 12 al pomeriggio, sempre senza introdurre carboidrati, la seconda frazione pomeridiana, oltre che difficilissima da portare a termine "di testa", risulta pallosissima già prima di partire, oltre ad essere più difficile da digerire nei giorni seguenti..
10+10km possono sostituire un 20km corsi interamente? All'85% si a patto di simulare quella "crisi glucidica" nella seconda parte... il bigiornaliero ti permette di gestirti meglio grossi carichi di lavoro, in termini di distribuzione del tempo. Ripeto però, non è per tutti e bisogna essere forti di testa per digerirlo :)I finlandesi in passato erano soliti spezzare i carichi chilometrici anche in tre frazioni giornaliere corse al massimo. Chiamavano questo metodo "qualità resistente" (vedi Paavo Nurmi)... Ma noi a differenza loro abbiamo anche una vita! :)
Adesso vado che mi si chiudono gli occhi! Ciao Fausto, buona settimana! ;)

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Conosco la sensazione avendo fatto lavori simili in passato. Spesso più che la fiacchezza percepivo un nervosismo eccessivo probabilmente per la carenza di zuccheri del sangue, ma per alcune gare credo che sia opportuno svolgere certi allenamenti.. Buona settimana anche a te