My Own Workout: Correndo a Capriata 2015

domenica 25 ottobre 2015

Correndo a Capriata 2015

(Ho interpretato la gara esattamente come pianificato; soddisfatto! :D)


Con il calendario podistico che praticamente volge al termine, l'appuntamento di Capriata era evidenziato già da fine settembre. Sapevo quasi per certo di trovarmi di fronte ad un'ottima organizzazione, dal momento che conosco la serietà di Hicham Dhimi della Novese, quest'oggi alla regia dell'evento con i Maratoneti Capriatesi. Risultato? Una grande manifestazione sportiva funzionante in ogni suo minimo dettaglio, dall'area parcheggio, alla zona iscrizione, passando dalla segnaletica sul percorso fino al ristoro finale e concludendo al servizio docce per gli atleti. Questa si chiama cura per i dettagli.
Per quanto mi riguarda, era la prima volta che partecipavo alla gara; 11 km di collinare con un livello di difficoltà molto ben distribuito, da rendere il tracciato godibile a diverse tipologie di atleti; in linea di massima si saliva dalla partenza fino al 6,5 km circa (per il sottoscritto, la vigna tra il 5,5 e 6,5 km, tratto panoramico, è stato il passaggio più impegnativo di gara) per poi iniziare una discesa graduale, accentuatasi solo all'imbocco del 9° chilometro circa fino al traguardo.
Proprio per queste caratteristiche, il percorso rendeva possibile un'ottimale approccio gara in Negative Split, gestione dello sforzo per più di metà gara in ascesa e infine, nella seconda parte, lasciar girare le gambe di vita propria e giù a tutto gas in discesa. 
Avevo esattamente progettato una gestione di gara del genere, e stamattina ho interpretato molto bene il programma, chiudendo la mia prova in 43':09'', davvero soddisfatto. Gli accorgimenti che ho attuato negli ultimi due mesi sulla tecnica di corsa e l'appoggio unitamente ad appositi lavori aerobici supplementari, stanno dando i loro buoni frutti!
Claudia Marchisa, mia compagna di allenamento nel Team Quality, oggi ha provato la "zampata avanti", su di un'avversaria costantemente forte come Ilaria Bergaglio, e per 8 km, quindi per ben più di metà gara c'è anche riuscita, poi è subentrato il fattore esperienza nella gestione dello sforzo, e Ilaria ha recuperato negli ultimi 2,5 km conquistando la vittoria.
Claudia, vedila come stimolo positivo a migliorarti e a rifinire alcuni aspetti nella tecnica di corsa, come in fondo stai già facendo, e ricorda che per te questo è stato il primo anno da agonista, e guarda quante belle gare che hai già corso! Dai che ci sei! Brava!
Insieme a Claudia, l'inseparabile Alessandro, momentaneamente fermo per infortunio. Posso immaginare lo stato d'animo che provi nel vedere gli altri correre mentre tu sei costretto allo stop; può essere una vera tortura, ma tieni botta e guarisci bene!
E infine Viper Tiziano, oggi non molto soddisfatto della gara in quanto si è dovuto un pò limitare in discesa a causa della sua "vetusta schiena" come lui stesso ha riportato in questo contributo da FB, che riporto letteralmente:

"Diciotto, non sono diventato maggiorenne, ma è il numero delle gare a cui ho partecipato quest'anno, oggi a Capriata d'Orba. Un bel percorso di 11 km corso fra asfalto è sterrato che si snodava fra i vignetti in un'atmosfera ovattata, un bel numero di salite impegnative ma non troppo, molto bella quella fra le vigne con la sua S. Presente per 3/4 il #‎TeamQuality‬ con Claudia Marchisa seconda assoluta donne dopo una grande prestazione battuta solo dalla grande Ilaria Bergaglio, ma oggi Claudia ha fatto un gran passo avanti nelle sue prestazioni. Claudia sei stata bravissima vai avanti così!! Come sempre ottima prestazione del #‎pessimoelemento‬ Matt!!! La mia prestazione? sotto tono, partito bene ottimizzando le energie, purtroppo nei tratti in discesa potevo dare di più ma la mia vetusta schiena ha deciso di ricordarmi, con chiari segnali, che non era il caso di fare il pirla, mi sono comunque divertito".


Aggiungo che anche per Viper si tratta del primo anno da agonista, un 2015 in cui ha imparato ad affinare tanti aspetti della corsa come il potenziamento, la gestione dello sforzo e l'ascolto del corpo, togliendosi già tante belle soddisfazioni! Grandi miglioramenti in meno di 12 mesi.

Per altri aspetti generali e punti di vista su questa manifestazione podistica, vi rimando all'ottimo blog di Fausto DeAndrea, anch'egli presente in gara questa mattina, ecco il link Correndo a Capriata

Domani sera pubblicherò la mia galleria fotografica completa di Capriata!

Per il momento, grazie per la lettura!
A presto!





2 commenti:

Fausto Bio Correndo ha detto...

Analisi che non posso che condividere! E bella gara Matt!!

MB ha detto...

Grazie Mille! Ci vediamo a Castellazzo 😉