My Own Workout: Bric e Fos 2016 - Mirabello Monferrato: Commento e galleria fotografica

domenica 17 aprile 2016

Bric e Fos 2016 - Mirabello Monferrato: Commento e galleria fotografica

Era già da un paio d'anni che mi invitavano a questa Bric e Fos di Mirabello, parlandomene come di una gara ben organizzata e dal bel percorso; per una ragione o per l'altra, non avevo mai colto la palla al balzo di venire a correre questa gara dietro casa, ma ecco che arriva l'edizione 2016, e finalmente eccomi qui a scriverne.

Partiti da Alessandria alle 7:45 circa in tre: il sottoscritto, mio papà fotoreporter e il mitico Viper, in un quarto d'ora scarsa arriviamo in una Mirabello dal clima fresco e coperto perfetto per me, e già in pieno fermento tra festa degli Alpini, gara di MTB e gara podistica. Senza alcuna difficoltà troviamo parcheggio davanti al campo sportivo e via verso i tavoli di iscrizione: 5 € e bottiglia di vino annessa con etichetta personalizzata a tema Bric e Fos. Dopo aver salutato, baciato e abbracciato tutti i nostri cari amici e amiche dei campi gara, procediamo con gli abituali 15' di riscaldamento prima della partenza.

Per parlare della gara, voglio partire dal prospetto altimetrico del percorso trovato sull'utilissimo sito Genova di corsa:


Molto semplicemente, dopo l'uscita dal paese ci siamo trovati su un tratto da 5km di (semi) piano dal fondo completamente ghiaioso ma ben corribile; l'impulso istintivo, su questo tratto, era di darci dentro ed andare via forte, cosa che mi sono guardato bene dal fare, cercando di rimanere ad un ritmo svelto, ma comunque in controllo, ben sapendo cosa ci avrebbe aspettato poco dopo..

Con Lu Monferrato sempre più palese all'orizzonte, ci troviamo al quinto chilometro, ed è da qui che inizia il primo problema della gara, ovvero la grande smorzata di ritmo che siamo stati costretti a fare; una salita di colpo, da zero a mito... come passare dalla quinta alla prima marcia.
In questo frangente non è stato affatto facile cambiare di netto l'assetto di corsa, e i primi metri della prima "gobba" sono stati parecchio duri sulle gambe. Poi, discesa dal 6,83 km fino al 7,54km e via di nuovo a scalare la seconda gobba dal 7,54 km al 8,38 km! Questo strappo, specialmente sui metri finali mi è parso parecchio verticale, in alcuni commenti su FB, diversi l'hanno definito come "un vero e proprio muro", fatto sta che su questo tratto mi sono trovato parecchio imballato e in acidosi, e per venire fuori da questa fase di stallo ho dovuto utilizzare la tecnica del passo laterale incrociato...

Lo scollinamento con gambe quasi completamente imballate è stato molto pesante, ma è durato una frazione di secondo, in quanto, fortunatamente, dal 8,38 km in poi cominciava una discesa a picco ed inesorabile di 4 km, vero e proprio "giro di boa" e rientro a Mirabello a tutto gas.
Ho utilizzato gli ultimi quattro km per "riassettarmi" e ritrovare nuovamente un giro di gambe potente ed un'inclinazione del corpo ottimale; soprattutto sulla discesa secca, ho letteralmente lasciato andare le gambe e rifiatato, arrivando molto bene al traguardo in 50':01", undicesimo assoluto e secondo di categoria. Contento.

Riassumendo; percorso molto divertente, perfetto per esprimersi in un poderoso progressivo collinare, anche in allenamento. Tracciato perfettamente suddiviso in tre settori di "assetto corsa": 1) 5 km in controllo 2) 3 km di scalata e massimo punto di impegno fisico 3) 4 km di progressione in velocità.
Ad ogni modo, andava gestito con moltissima intelligenza, dal momento che una volta arrivati a Lu, bruciarsi era davvero un attimo.

Questa gara di Mirabello ha visto il ritorno del Team Quality compatto, cosa che non avveniva da un pò di tempo. Claudia Marchisa termina seconda a circa un minuto e mezzo dall'inossidabile Ilaria Bergaglio, prima, con ancora addosso un pesante allenamento di prove ripetute svolto venerdi.. ora è tempo di scaricare!! :D :D
Anche il Viper Tiziano Sanna termina la gara bene e in armonia con le sue vertebre! Usando la testa e divertendosi, che è la cosa che più conta. Presente anche Alessandro Schiara a sostegno di Claudia e del team; Ale è al momento impegnato a risolvere un infortunio e l'augurio che gli facciamo è di un rapido rientro.
La manifestazione AICS/Pro Loco Mirabello ha funzionato bene nella sua essenzialità; ogni tassello al suo posto e nessuna particolare segnalazione da fare. Bell'atmosfera insieme agli amici di sempre ed evento riuscito bene... cosa che si è evinta anche dal sorriso di Enrico Carminati al termine della gara!

Per la classifica dettagliata e altre gallerie fotografiche, vi invito a visitare, come sempre, il blog di Fausto BIO CORRENDO mentre salutandovi vi lascio alla mia Galleria Fotografica! A presto! :D :D





































































































Nessun commento: