My Own Workout: StraCastellazzo 2016

domenica 6 novembre 2016

StraCastellazzo 2016

(Team Quality keeps on rollin')


Eccomi con un superflash di quello che è stata la gara disputata stamattina in località Castellazzo Bormida, a due passi da Alessandria. Ho scritto gara, ma in realtà per me s'è trattato di un allenamento deciso fin dal principio; infatti, a questo proposito, l'intenzione era quella di correre assieme a qualcun altro/a la distanza di 10,7 km della gara satellite dell'evento principale, ovvero la Castellazzo Half Marathon e alla fine è andata in parte così, condividendo quasi 4 km di percorso col mitico Capitan America Alberto Carraro.

Arrivati sul posto in tipica formazione Team Quality col sottoscritto, il Viper e papà fotoreporter in largo anticipo dall'ora di partenza, abbiamo avuto tutto il tempo per trovare agilmente parcheggio, soffermarci a fare due chiacchiere con gli amici di sempre delle gare, fare qualche esercizio di scioglimento/risveglio muscolare come rito propiziatorio e il giusto riscaldamento in scioltezza.

Mattinata coperta con lieve pioggia e la temperatura giusta per correre, questa è la mia stagione! Da dopo Capriata sto accusando qualche problema alla borsa calcaneare del piede destro e devo andarci molto cauto, (avendo già fatto esperienza col piede sinistro) sfruttando il MultiSport a mio vantaggio negli allenamenti per non sovraccaricare troppo i piedi di lavoro. Si tratta di un'infiammazione menosa che richiede molto riscaldamento per non avere noie mentre si corre e molta pazienza per curarla.
Ad ogni modo, Castellazzo non era proprio nei miei piani e la mia partecipazione è stata decisa all'ultimo; ho trovato il percorso della 10k più interessante di quello della mezza, considerando il tratto in sterrato tra il settimo e il nono chilometro, più che in sterrato, diciamo proprio fangoso!

Sono partito parecchio intruppato nel gruppo, (ottima la considerazione che il fortissimo Giorgio Costa mi ha fatto ai nastri di partenza e che condivido al 100%: per quale ragione podisti da 5'-5':30''/km, puntualmente, in molte gare, si piazzano in prima fila alla partenza piantandosi dopo lo sparo e facendo così inevitabilmente da tappo a tutta careggiata ai podisti più veloci dietro? Boh... misteri alla Adam Kadmon! :))  il che ha richiesto una breve accelerazione iniziale, dopodiché ho mantenuto quasi costantemente il ritmo di 4', completando i 10.700m di gara in 40':41", un ottimo medio. Venendo al Viper, impegnato sulla distanza di mezza maratonain una gestione di gara controllata esattamente come pianificato in allenamento c'è stato purtroppo l'impatto contro il muro del 13° km per motivi di causa maggiore assolutamente non voluti, ma comunque un'eventualità che non era da escludere, per le ragioni che lui sa.. Tiziano è stato bravo a stringere i denti e raggiungere il gonfiabile con grande forza di volontà, fronteggiando una crisi in cui molti altri avrebbero probabilmente mollato.

Una bella mattinata sportiva; a pelle la sensazione è stata di lieve calo nella partecipazione rispetto all'edizione passata, ma comunque faccio i miei complimenti a Damiano Guida e a tutti i ragazzi della Cartotecnica Piemontese per l'impegno e la passione che è sempre garantita negli eventi che organizzano! Di tutto ciò potrete farvi un'idea più dettagliata passando dal blog di Fausto De Andrea che ben conoscete: BIO CORRENDO.

Per ora vi saluto; presto sarà on line la galleria fotografica completa!

A presto!!


Nessun commento: