My Own Workout: Allenamenti Indoor

sabato 6 maggio 2017

Allenamenti Indoor

Ciao a tutti!

(Come ho avuto modo di sottolineare in un commento su FB stamattina, il fermento mediatico sul tentantivo a scopi puramente commerciali, non andato a buon fine, della Nike di abbattere il muro delle 2h in maratona, mi ha fatto tornare in mente i due differenti approcci all'allenamento di Rocky Balboa e Ivan Drago in Rocky 4; ovvero Uomo VS Laboratorio. E ora tutti a comprare le stesse scarpette utilizzate nel test... in quanto sono proprio queste ad essere la chiave di volta per diventare atleti migliori... XD XD)

Quelle del post di oggi sono due proposte di allenamento che potete prendere in considerazione anche voi, nel caso in cui avverse condizioni meteorologiche vi impediscano di andare fuori, potete sfruttare la palestra o per i più fortunati qualche attrezzo a casa, con efficacia ed efficienza; in pratica un pò com'è accaduto in questi ultimi giorni.

L'altro ieri pioveva, e per il pomeriggio avevo originariamente in programma un progressivo collinare da 6,3 km caratterizzato da 4 km di salita continua al 5% più la rimanente distanza equamente distribuita tra discesa e piano. La versione indoor di questo allenamento è stata strutturata in questo modo:

- 10' di esercizi di scioglimento muscolare come riscaldamento.

- 8' di remoergometro a 24 colpi al minuto come ulteriore riscaldamento.

- 15' di corsa in salita all'8% su tappeto magnetico, facendo molto attenzione a mantenere una buona economia di corsa (il tappeto magnetico, snobbato praticamente da tutti, è molto più economico e nettamente migliore del tapis roulant motorizzato. Per quale motivo? Sul primo è l'atleta a dover azionare il meccanismo di rotazione del rullo con la forza dei piedi e la spinta delle gambe, proprio come avviene su strada; Sul secondo invece, è il rullo a trasportare l'atleta, col risultato di un'azione innaturale), massimo focus sul rilassamento generale e sulla tecnica di corsa in salita.

- 8' di salto con la corda di "decontrazione"; obiettivo sciogliere bene le gambe dal lavoro in salita, con "navette" avanti e indietro eseguite in modo esplosivo. Quest'ultima parte non è altro che l'equivalente dei 6/8 allunghi da 80 m che si fanno al termine della corsa.

- 10' di stretching generale.

Venendo a stamattina, mi sono sentito di inserire 30' di remoergometro ad andatura da fondo, stando molto rilassato ma spingendo bene con gambe e addome; la respirazione completamente nasale, poi, ha conferito alla sessione il giusto grado di difficoltà. Normalmente, di sabato mattina, sono solito farmi 20-30' di salto con la corda, ma oggi ho optato per la voga, al fine di lasciar riposare un pò di più il mio piede destro.
Solo al termine di questa frazione rematoria ho completato l'allenamento con 5' di salto con la corda a ritmo svelto per sciogliere bene gambe e braccia e infine, giro di esercizi addominali e stretching.


Fatemi sapere, se caso mai vi venisse voglia di testare queste due proposte o se avete qualche curiosità!

A presto! ;)



Nessun commento: